Nel più vasto programma di restyling di Equitalia, ormai reso una branca dell'Agenzia delle Entrate, spicca un'importante innovazione nella comunicazione con il pubbico: la comunicazione via sms con il cittadino, per ricordare i pagamenti in scadenza tramite una ''spinta gentile'' e mostrare un ente meno vessatorio e dal volto più umano.L'idea dell'sms, annunciata dal premier Matteo Renzi lo scorso maggio ai margini del G7 giapponese, è basata sul principio scientificamente collaudato del ''nudging'' (spinta gentile), il cui scopo è ricordare con benevolenza al cittadino del pagamento, riducendo così la drasticità e il carattere minatorio delle comunicazioni che aveva contraddistinto Equitalia: in quell'occasione il Presidente del Consiglio aveva raccontato con imbarazzo di aver scoperto una multa piuttosto salata poiché aveva totalmente dimenticato un pagamento e aveva annunciato di voler incentivare questo tipo di comunicazione.La base scientifica del ''nudging'' viene dal Behavioral Insight Team, gruppo di esperti in economia comportamentale, che consigliò questa pratica al governo britannico di James Cameron, migliorando effettivamente il rapporto tra cittadini e fisco. L'idea si basa sui presupposti teorici degli economisti Cass Sunstein e Richard Thaler, autori dell'ormai celebre testo ''Nudge. La spinta gentile'' (Feltrinelli, 2008). La spinta gentile si propone di portare i cittadini a comportamenti virtuosi per se stessi e la comunità, senza farli sentire obbligati: nel Regno Unito, da quando la pratica del ''nudging'' è utilizzata, le casse di Stato hanno potuto godere di un aumento del gettito annuale di ben 210 milioni di sterline.