Vigonza si conferma terra fertile per le prime volte. Dopo Pietro Andreoletti nel 2015, quest'oggi è stata la volta del padovano Filippo Calderaro. Stessa maglia, quella della Zalf Euromobil Désirée Fior ma finale completamente diverso. Alla stoccata solitaria del bergamasco di un anno fa ha fatto seguito lo sprint a ranghi compatti pilotato interamente dalle maglie bianco-rosso-verdi.

Dopo la bagarre che ha caratterizzato l'intera competizione, sul lungo rettifilo d'arrivo di Vigonza, Filippo Calderaro ha potuto contare sul pieno supporto dei compagni di squadra che lo hanno lanciato in maniera impeccabile. Altrettanto straordinaria è stata la progressione dello sprinter della Zalf Euromobil Désirée Fior che ha tagliato la fettuccia d'arrivo nettamente al comando scortato dai compagni di colori, Michael Bresciani e Marco Maronese.

A spezzare il predominio del team trevigiano, la terza piazza firmata da Leonardo Fedrigo: il veronese della Cipollini Iseo Rime torna dunque a salire sul podio confermandosi tra i migliori in caso di arrivo allo sprint.

"Filippo si meritava di festeggiare un successo dopo il tanto lavoro svolto in favore dei compagni di squadra durante tutta la stagione" ha commentato, soddisfatto, dopo il traguardo il team manager Luciano Rui "Oggi tutta la squadra ha deciso che in caso di arrivo in volata sarebbe toccato a lui disputare lo sprint e Filippo non ha sbagliato il colpo confermando una volta di più di possedere tutte le qualità già messe in luce nelle categorie giovanili".

 

Ordine d'arrivo:
1° Filippo Calderaro (Zalf Euromobil Désirée Fior)
2° Michael Bresciani (Zalf Euromobil Désirée Fior)
3° Leonardo Fedrigo (Cipollini Iseo Rime)
4° Marco Maronese (Zalf Euromobil Désirée Fior)
5° Giovanni Lonardi (General Store bottoli Zardini)
6° Luca Terzo (Us F. Coppi Gazzera Videa)
7° Stefano Vettorel (Marchiol)
8° Michele Zanon (Cyber Team Vc Breganze)
9° Sergei Rostovtsev (Sc Valle Seriana)
10° Pawel Wegierski (Selle Italia Cieffe Ursus)