Da qualche mese a questa parte il cantante partenopeo Gigi D'Alessio si trova nell'occhio del ciclone a causa del tracollo finanziario dovuto ad una serie di investimenti sbagliati. Le notizie che per diversi giorni erano circolate su numerose testate giornalistiche, ritenevano che il debito del cantante ammontasse alla cifra spropositata di 25 milioni di euro. Un debito abnorme che D'Alessio avrebbe maturato fidandosi degli investimenti proposti da un suo amico di lunga data, Cottone, già noto per essere l'ex marito di Valeria Marini. Gigi D'Alessio però non ce l'ha più fatta a restare in silenzio e a lasciare che la sua immagine venisse irrimediabilmente danneggiata. Non ci sta Gigi D'Alessio e scrive una lettera aperta al settimanale Oggi, nella quale afferma di essere stato vittima di un vero e proprio sciacallaggio mediatico. I debiti contratti, infatti, andrebbero quantificati in una somma di molto inferiore a quella pubblicizzata dai giornali (soltanto otto milioni di euro). La cifra di venticinque milioni comprenderebbe invece anche i mutui sottoscritti dal cantate. Inoltre, afferma, D'Alessio molti di questi debiti sono stati contratti a scopo benefico, dal momento che il cantante intendeva assumere circa tremila disoccupati per portare avanti il progetto alla base dei suoi investimenti fallimentari. Insomma i giornali avrebbero diffuso una serie di notizie gonfiate che hanno portato al cantante napoletano molto solidarietà ma anche molto livore. Ad ogni modo D'Alessio precisa di non volersi sottrarre in nessun modo alle proprie responsabilità.